Mobili, boiserie e colore: 5 modi per progettare la parete tv

(copertina Arthome- Giulia Grillo architetto)

Una parete tv ben progettata può fare la differenza per le serate effetto cinema e soddisfare allo stesso tempo le esigenze pratiche della vita quotidiana. Tuttavia, una volta calato il sole, le pareti possono sembrare incomplete, scoordinate con il resto della stanza, tavolta disorganizzate o vuote, soprattutto se gli oggetti posizionati in maniera disordinata o i cavi elettrici a vista si prospettano in prima linea.

Per fortuna sono molte le idee che permettono di nascondere o integrare lo schermo nero nell’arredo del soggiorno senza farlo diventare un fastidioso punto focale. Faretti, mobili contenitori integrati, ripiani e dipinti, ad esempio, sono elementi fondamentali per un buon progetto che integri l’elettrodomestico più temuto del soggiorno.

Non è un segreto che gli oggetti come il televisore o i caloriferi (L I N K) siano elementi non esteticamente piacevoli, ma fanno parte della nostra vita comune, quindi fondamentali, e l’integrazione è un’operazione indispensabile. Quali sono però i modi migliori per farlo?

1 Creare un filo basso con i mobili

Lo schermo è un grosso rettangolo nero di circa 2 metri quadrati, nasconderlo non è quindi semplice. Uno dei trucchi più comuni e utili nel mondo dell’interior consiste nel distogliere l’attenzione da un centro, ricollocandolo altrove.

L’importanza del punto focale

Il punto focale è uno degli elementi fondamentali nell’interior design. E’ il protagonista della stanza, il primo posto in cui gli occhi degli spettatori dovrebbero essere catturati quando entrano nella stanza. Come in uno spettacolo teatrale è il punto di enfasi attorno al quale costruire il resto del vostro progetto, il vostro punto di partenza.
Assicuratevi quindi di aver scelto il posto giusto per questa vetrina. Padroneggiare questo passaggio può fare la differenza nella vostra casa. 

Creare un punto focale più basso è un’ottima strategia per inquadrare visivamente un’area più generale, equilibrata da decori, colori e giusta nelle proporzioni.

Behance

Che sia chiaro oppure scuro, l’importante è che sia caratterizzante, magari distinto da un rivestimento insolito. Sfruttate la vostra fantasia, le texture che più vi comunicano un’emozione, come un dogato in legno, oppure un vano lucido in cristallo a giorno con all’interno oggetti ben posizonati che fungano da catalizzatori. Non preoccupatevi delle misure, scegliete in base alla dimensione della stanza; la larghezza del mobile dipende molto dalle misure dello schermo e della parete su cui esso si inserisce. Non è una regola, ma solitamente è necessario che il contenitore inferiore sia lungo circa un terzo in più dello schermo, indipendentemente dalla centratura della tv. Occhio quindi alle proporzioni di forma e di colore.

 

Swart
Luxuryflat

Un tocco luminoso rende sempre speciale ogni angolo della casa, specialmente nella zona giorno in cui le luci d’atmosfera diventano indispensabili in qualunque ora della giornata. Basti pensare alla delicatezza di un led acceso durante la visione di un film, o ancora il fascio di luce soffuso proveniente da una zona lettura vicina. Scaldano subito lo spazio in maniera sobria e accogliente.

Christina Prenot

2 Un colore pieno

Il nero non è un colore per tutti, può rischiare di essere eccessivamente moderno, assorbire troppa luce, oppure rendere l’ambiente eccessivamente maschile. Tuttavia scegliere di dipingere di questa tinta piena la parete tv inclusi i mobili che si prospettano su di essa, è una scelta coraggiosa e saggia che aiuta a mascherare l’ingombro dell’elettrodomestico.

Uno sfondo per la vostra sala

I muri  d’accento sono sempre stati un’opzione popolare per un punto focale, merito del loro alto potere inclusivo. In generale, se non ci sono funzioni integrate con cui lavorare, è possibile creare un muro d’accento sulla parete più lontana dall’ingresso nella stanza. Assicuratevi di utilizzare un colore audace o uno sfondo texturizzato, magari a motivi geometrici per attirare l’attenzione.
 

Smalti, boiserie in legno, resine o wallpaper (L I N K ) permettono di scegliere lo stile preferito e creare una sorta di quinta all’interno della quale il televisore può “rivelarsi”.

 
Behance

L’importanza di una palette di partenza

Definire una palette compatibile con le tinte scure, antracite o nero, richiede molta attenzione e studio delle finiture. Quando si utilizza il colore del buio il rischio è di creare un layout bianco e nero, che appiattisce e può rendere banale uno spazio. Il mio consiglio è di creare una moodboard (L I N K), ossia una tavola dei materiali che vi permetta di visualizzare tutti i tessuti, le tinte e le piastrelle scelte in un piccolo spazio circoscritto, per valutare gli accostamenti ed eventuali aggiunte di luminosità, magari attraverso materiali luccicanti come l’acciaio cromato, gli specchi o il bronzo.
 

Obsessed for interior

Esistono in commerci mobili cosiddetti “a spalla” che garantiscono un rivestimento unico tra basi, pensili e schienale creando continuità visiva.

Obsessed for interior

Obsessed for interior

3 Rivestimenti a schiena o boiserie

Se non siete amanti dei colori scuri ma vi piacciono le pareti piene, la boiserie modulare è la soluzione ideale. Sono molte le aziende che producono pannelli lignei o metallici compatibili con stili moderni o più tradizionali, ma si possono realizzare anche pezzi su misura grazie all’aiuto di una buona falegnameria (L I N K ), rendendo il rivestimento unico con dettagli su misura.

Quali sono le caratteristiche di questo materialie? Oltre a proteggere la parete a livello igienico, la boiserie grantisce un buon isolamento termico ma soprattutto acustico. Solitamente i pannelli sono di misura standard, seguono le dimensioni dei mobili sottostanti di cui fanno parte, ma sono spesso personalizzabili per adattarsi alle misure della stanza.

Etalon

A livello di pattern esistono in commercio una varietà infinita di texture che si possono scegliere a seconda dell’azienda produttrice, dal classico laccato satinato o lucido agli effetti lino materici.

 

Marc Canas

Marlobo

Obsessed for interior

Zenyan

4 Camino o angolo lettura

Sempre nell’ottica di catturare l’attenzione su un punto preciso, scelto da voi che vivete la casa, creare un elemento visivo molto scenografico, curato in ogni dettaglio, vi aiuterà a esseregli srtefici del vostro spazio e a scaldare la parete più in vista del soggiorno rendendola funzionale non solo ad un’unica azione. 

.

Behance

Esibire le proprie passioni

Se vi piace leggere, ad esempio, create una piccola postazione per la lettura, saranno sufficienti 50 centimetri, se invece siete amanti del calore e del fuoco studiate un filo visivo inferiore che sia accogliente e proporzionato inserendo un camino a bioetanolo, o ancora date spazio alle vostre collezioni, esibendo ciò che più vi piace osservare quotidianamente e mostrare ai vostri ospiti.

Sohomod
Diapal

5 Frazionare con materiali e forme

La simmetria non è un principio di bellezza universale, stravolgere alcune regole può essere indispensabile per alcune persone, per interrompere la monotonia di una composizione troppo lunga e lineare o creare una divisione attraverso due forme separate, come un mobile lungo nella parte bassa e una colonna verticale.

Frammentare i volumi

La parete attrezzata è la soluzione ideale per il soggiorno e altri ambienti della casa che necessitano di adattarsi all’ambiente cui si inseriscono, sono coordinati nello stile e nelle finiture, ricchi di idee funzionali e di design.

Grazie alla sua flessibile modularità, questo sistema permette di risolvere facilmente composizioni in linea e ad angolo in maniera flessibile, adattandosi ad ogni architettura anche storica.

Le composizioni modulari, solitamente impostate su moduli da 30, 45, 60, 90 o 120 cm, si adattano a qualsiasi spazio e permettono di creare angoli di interesse in cui raccogliere fotografie, libri, o cimeli di famiglia.

I materiali da utilizzare per le diverse parti non devono per forza essere  identici, così come i colori, ma parlare lo stesso linguaggio, essere coordinati, in una palette di colore unica.

Elnazbeham

Miryad

Listelli 3d e pannellatura a rilievo

I listelli 3d (L I N K) sono oggi molto di moda, rendono speciale e contemporanea ogni parete e nel pogetto d’interni sono strettamente connessi all’utilizzo dei led che, integrati, si nascondono tra le fughe verticali oppure orizzontali delle pannellature.

Esistono i commercio struttura modulari in legno, mdf o altri materiali più leggeri, quindi a seconda di un budget e dell’effetto estetico richiesto sarà divertente progettare queste pareti

Obsessed for interior

Lavorare sulla stratificazione (L I N K) è importante nel progetto d’interni. Finiture lisce oppure più materiche accostate a materiali luminosi o velluti a drappo generano uno spazio ricco di imput, interessante e non banale.

La parete della televisione è ideale per realizzare uno spazio studiato come questo. 

shkafulkin

Zen Yandex

Behancel E

Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ciao sono Giulia, architetto d'interni con la passione per l'arte contemporanea.

Mi occupo di interni residenziali, e credo molto nel concetto di architettura sartoriale, per abitazioni su misura per ogni persona. La mia passione per l’arte ha fatto nascere arthome, che include l’arte nelle dimore ed è fonte di ispirazione quotidiana.

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui