10 consigli per rivestire le pareti di casa con la boiserie moderna

(Progetto Timeless, Giulia Grillo Architetto)

Molti dettagli architettonici riportano a una precisa epoca, nella loro eleganza richiamano generi passati, apparentemente superati. Nella progettazione d’interni e nella moda, però, ogni decoro o rivestimento non si limita a imitare un periodo vissuto, ma ha il grande potere di essere rivisitato e recuperato per definire un’estetica nuova, mai sterile, intrinsa di una storia.

La boiserie, termine francese usato per definire un tipo di decorazione murale definito da pannelli lignei non necessariamente decorati, ma quasi sempre arricchiti da profili moderni o cornici più lavorare, nasce da esigenze termiche, e si trasforma oggi in un elemento decorativo di alte potere scenografico. La sua raffinatezza è unica, sia che il suo stile sia classico o contemporaneo.


deardesigner

 

Quali sono le tipologie più comuni?

Si possono distinguere per spessore e materiale, incisione, intaglio e intarsio. La scelta di arredare la casa inserendo nel contesto d’arredo la boiserie permette di creare soluzioni che ben si adattano agli stili di arredamento moderni.

Le prime due grandi distinzioni si hanno tra la pannellatura vera e proprio ed un effetto boiserie. Quali sono le differenze?

  • A spessore. ossia sporgente dal muro, con un pannello adiacente al muro oppure con un’intercapedine per uno spessore maggiore.
  • Effetto boiserie. Simula l’effetto di questo rivestimento attraverso l’applicazione di profili nella parte bassa, ed evenatualmente nella parte alta, applicati direttamente sul muro. L’accortezza necessaria per non avere una finitura di bassa qualità è quella di rasare il muro in modo che risulti il più possibile liscio, così da simulare l’effetto liscio del pannello ligneo

La differenza tra le due è molto vasta, la prima è molto più pregiata, protegge il muro dagli urti, isola ed esteticamente rifinisce la parete. La seconda è economicamente vantaggiosa, ma la grana del muro, più ruvida rispetto alla setosità del legno o della laccatura, rivela la simulazione.


Quali materiali si utilizzano:

  • Legno. E’ il materiale più prezioso se si ricerca un materiale naturale e raffinato. La selezione delle essenze è l’aspetto più piacevole, poichè da questa dipende la resa della lavorazione che permette di restituire lo stesso fascino di una volta.
  • MDF. E’ un pannello di finissime fibre di legno a media densità (tra i 500 e gli 800 kg/mc), legate tra loro da collanti che lo rendono estremamente compatto.E’ una finitura economica, con caratteristiche inferiori rispetto al legno, come la bassa resistenza all’acqua.

Si distinguono poi per stile:

  • Classico. si contraddistingue da una zoccolatura alta, solitamente di almeno 10-12 centimetri, da riquadri a rilievo almeno nella parte bassa, e da un corrimano lavorato
  • Classico contemporaneo. I profili rispetto allo stile classico sono più piatti, gli spessori inferiori.
  • Moderno. Solitamente a tutta altezza, è costituita da pannelli lignei profilati con dei metalli, cromo argentati oppure dorati. E’ sempre accostata da un’illuminazione a led che impreziosisce la parete

 

CLASSICO

roomforthuesday

casatreschic

CLASSICA CONTEMPORANEO

obsessedforinterior

obsessedforinterior

MODERNA

remodelista

Le finiture principali sono

Per l’effetto Boiserie:

  • a smalto.  Ossia dipinta con una vernice satinata, che crea un effetto più resinato e liscio. E’ più facilmente lavabile ma più difficile da riprendere in caso di ritocchi, soprattutto nei colori
  • lavabile. E’ la coloritura tradizionale, ruvida

Per la boiserie tradizionale

  • Verniciata. Attraverso prodotti trasparenti o tinti che esaltano le venature e la colorazione dell’essenza utilizzata
  • Laccata. E’ il processo industriale dedicato ai mobili più pregiati, ad esempio per il soggiorno o la cucina. Questo processo rende il pannello liscio, nascondendo colori e rilievi naturali del legno, è resistente ma se viene urtata è molto difficile fare un ritocco.

Come si installa?

E’ bene progettarla con attenzione, valutando la posizione esatta dei punti luce, che non devono interferire con il posizionamento dei riquadri a cornice.  Occorre un buon falegname abile nella realizzazione di questo rivestimento con un occhio particolare ai dettagli.

L’installazione è piuttosto semplice, ma occorre verificare la regola d’arte. Viene preparata in fabbrica, e fissata con chiodi e collanti alla muratura. Solitamente sono molti i tagli realizzati in cantiere che permettono di adattare  il rivestimento all’andamento del muro

ufpedge

A cosa bisogna fare attenzione quando si progetta?

E’ molto importante verificare la posizione di ogni oggetto sulla parete, come punti luce, prese elettriche, vincoli strutturali, e considerare l’ambiente entro il quale si inserisce. Ricordate inoltre di verificare la complanarità del muro, soprattotto se esistente, in verticale ma anche in orizzontale.

Ogni dettaglio deve essere studiato dall’inizio, progettato su carta e verificato in cantiere, prevedendo alternanza di proporzioni e rapporti geometrici ben stabiliti, valutando le interruzioni dovute alle placche elettriche, come pulsanti o prese. Disegnate ogni rettangolo, poichè gli allineamenti, sia orizzontali che verticali, sono molto importanti. Quelli orizzontali in particolare costituiscono una linea comune di orizzonte tra le pareti, che solitamente definisce l’appoggio tipico del corrimano, determinando importanti punti focali, prospettive, centri di luce. Per questo motivo il progetto è fondamentale: sarà necessario indicare l’impianto elettrico in  ogni parte:

  • piante
  • prospetti/alzti
  • sezioni

Riassumendo, i valori da tenere sotto controllo sono quindi :

  • punti luce
  • complanarità del muro
  • vincoli architettonici
  • caratteristiche dell’ambiente su cui insiste ogni pannello

Quali sono  i costi?

Variano molto in base al materiale, alla regione, e alla qualità dei materiali e di chi realizza i rivestimenti.

Possiamo affermare che i costi si aggirano intorno ai 300-500€/mq per la boiserie in legno. Il prezzo dipende molto dal materiale, dalla finitura e dalla posa

Le idee più belle

misslapin

natalya

layeredinterior

dp

Un progetto d’interni (L I N K ) è il primo passo per definire una casa su misura, per realizzare spazi a regola d’arte, funzionali e personalizzati.

 

 

Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ciao sono Giulia, architetto d'interni con la passione per l'arte contemporanea.

Mi occupo di interni residenziali, e credo molto nel concetto di architettura sartoriale, per abitazioni su misura per ogni persona. La mia passione per l’arte ha fatto nascere arthome, che include l’arte nelle dimore ed è fonte di ispirazione quotidiana.

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui