Listelli divisori in legno per l’ingresso

 In Top 10

(Copertina Girlstyle

La moda è come uno specchio, riflette i tempi in cui vive, basti pensare agli anni ’20 e alla rivoluzione artistica  che coinvolse arte e costumi, agli anni ’80 e alle atmosfere sgargianti, con il gusto per l’eccesso, e senza andar lontano ai decenni successivi, e al desiderio di rinascita in un nucleo minimale e pulito.

Ognuno interpreta lo stile in una maniera personale, rendendo la propria casa diversa dalle altre, limata sulla propria estetica, ma inconsciamente non possiamo negare di accogliere anche solo in minima parte il fascino delle tendenze.

 

Quale stile per l’ingresso?

 

Sfogliando le riviste di iterior o guardando alcuni esempi online avrete notato un utilizzo massiccio del legno per rivestire le superfici verticali.

Il richiamo al passato fa riferimento alla boiserie, ma non per forza classica, riquadrata e stuccata. Semplici rivestimenti in legno adornando piccoli e grandi aree d’ingresso. Lo decorano, lo arricchiscono, definendo un calore unico nel suo genere, difficilmente realizzabile con altri materiali.

  • Non servono spazi enormi, un metro e poco più sarà sufficiente per rivestire la superficie verticale
  • Si può rendere funzionale grazie ad attrezzature sospese, realizzabili su misura, oppure da fissare alla pannellatura inferiore.

 

Lo spazio minimo necessario

La parete ideale è compresa tra 120 e 140 cm, anche in rapporto all’altezza. Una porzione maggiore sarà ben accolta, ma potrebbe risultare dispersiva, al contrario una molto più piccola non vi permetterebbe di creare quell’effetto “wow” tanto desiderato.

Ho preso ad esempio l’ultimo appartamento che sto ristrutturando, di piccole dimensioni, che sfrutta ogni centimetro a disposizione per creare contenitori funzionali.

Nel primo caso, con una boiserie che riveste la nicchia d’ingresso impreziosendola, sarà necessario considerare solo lo spessore del pannello.

 

In questo caso invece, occorre valutare l’ingombro di un’eventuale seduta oppure di una cassettiera fissata al pannello, che dal pavimento sfiora il soffitto. La larghezza massima a disposizione di questo ingresso è di soli 90 centimetri, che possono essere suddivisi in:

  • 50 cm per la seduta, 40 cm per il contenitore a colonna
  • 60 cm di cassettiera sospesa fissata  a lato della parete a boiserie
  • pannelli lignei senza contenitori, installati sulla profondità dei 30 cm, su un contenitore, oppure a terra.

 

Ma quali sono gli schemi principali?

 

1 Pennello cieco, con contenitore

E’ il più glam, il più cool, e il più bello.

La sua bellezza è mozzafiato, e rende brillante e prezioso uno degli ambienti più importanti della casa. La pannellatura può essere accostata a porzioni specchiate, preferibilmente a tutta altezza, o su tutta la superficie della nicchia, per rendere ” infinita” la sua altezza e moltiplicare lo spazio.

Si può creare:

  • Rivestimento da pavimento a soffitto, con una cassettiera sospesa
  • Schienale e ripiano con seduta mobile
  • Pannello con seduta fissa

Vediamoli assieme nello specifico

 

_Rivestimento da pavimento a soffitto, con una cassettiera sospesa

Arq designer

designer interior

Vince l’estetica, a sfavore della capienza.

E’ una soluzione di grande impatto, ma lo spazio del contenitore è ridotto. Potete sfruttare l’intera larghezza della parete e scegliere un cassetto molto largo, oppure privilegiare la proporzione di forme, e valutare una dimensione intermedia che non vi permetta di rinunciare a uno spazio chiuso.

Vi consiglio questa opzione se non avete bisogno di grandi spazi per riporre chiavi o piccoli oggetti, che magari potete raccogliere in un mobile vicino, oppure se amate la semplicità e gli spazi liberi, senza troppi arredi posizionati per la casa.

 

_Schienale e ripiano con seduta mobile

Pinterest

 

Se siete abituati a non indossare le scarpe in casa e avete bisogno di una seduta, questa è la soluzione migliore!

La nicchia può essere ricavata in uno spazio minimo compreso tra i 60 e 120 cm di larghezza, e 40-50 cm di profondità, non per forza accostata a una cassettiera sospesa. Un tavolino o un ripiano saranno sufficienti per definire un limite per la seduta a pouff.

 

_Pannello con seduta fissa

Basteranno 60 centimetri, 80 per chi vuol stare comodo, per ricavare una seduta, fissa o mobile, con un comodo contenitore. Il materiale del contenitore potrà essere dello stesso legno dei pannelli, oppure essere lucido, rivestito a specchio sul frontale, e creare una luce meravigliosa in contrasto con l’opacità del principale rivestimento.

La pannellatura ne definirà lo schienale e potrà ospitare dei ganci per le giacche, con struttura lignea oppure in metallo dorato o brunito, per chi adora i contrasti materici.

 

ivd

(Yam studio

 

2 Separè vedo-non vedo

E’ una soluzione utile per le case piccole, o poco luminose. Potete sfruttarla per far permeare la luce da un ambiente più luminoso a uno più cupo, attraverso i listelli in legno, senza creare un divisorio netto, o ancora per mostrare una porzione della stanza che sta dietro all’ingresso, stimolando la curiosità dell’occhio umano.

Le soluzioni più utilizzate sono principalmente due:

  • separè
  • listelli su base con contenitore o muretto

 

_Separè


porta

Strumento indispensabile per l’open space, è capace di suddividere uno spazio senza l’opacità di una parete in mattoni opachi.

I modi per realizzarlo sono molti, tutti sartoriali e da discutere e progettare con un bravo falegname, considerando il reale ingombro della parete. Alcune soluzioni permettono di creare pannelli che ruotano su se stessi, pivottanti, per garantire un privacy  maggiore, a seconda delle necessità.

Le misure sono molto variabili, e dipendono come sempre dal progetto, dalla casa, e dal gusto personale

  • il listello può avere dimensioni minime di 5×1 centimetri, ma può arrivare a 20-30×2 cm valutando una struttura ed un legno adeguato allo sviluppo verticale. Il rischio è sempre quello dello svergolamento, della curvatura del legno nel corso del tempo, ma con una scelta ottimale del supporto e del listello non avrete problemi!
  • lo spazio tra un listello e l’altro non è standard, il mio consiglio è di fare sempre riferimento alla proporzione del singolo, in rapporto all’ingombro massimo del pannello, considerando  un vuoto compreso tra 2 e tre volte lo spessore del singolo elemento.

 

ooaa

decomyplace

decorfacil

_Listelli su base con contenitore o muretto

pinterest

Sostituisce una seduta e una cassettiera, diventando più moderno e meno raffinato della prima soluzione. E’ un elemento di grande impatto, soprattutto se l’illuminazione puntuale viene studiata in maniera ottimale, nell’ottica della valorizzazione dell’elemento di decoro.

Creare una struttura come questa è più semplice rispetto agli esempi precedenti, poichè l’altezza si riduce, spregiudicando la curvatura dei listelli, e semplificando l’incasso, che risulta slegato dalla pavimentazione.


designcasa


rhinov

rover

simples-decoracao

 

Un progetto d’interni (L I N K ) è il primo passo per definire una casa su misura, per realizzare spazi a regola d’arte, funzionali e personalizzati.

 

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi