Detrazioni fiscali 2020: le proroghe per chi ristruttura casa

 In Interior, Top 10

Ristrutturare è sempre una bella cosa. Ma le spese sono il pensiero più grande per chi acquista casa, o desidera rinnovarla, soprattutto in una città come Genova.

 

Da qualche anno però, il Ministro dello Sviluppo Economico ha messo in atto specifiche positive che consentono di usufruire di detrazioni per l’acquisto di mobili, elettrodomestici, finestre, ombreggiamenti ed altre operazioni green.

 

I bonus più importanti accessibili che, in base all’ultima legge di Bilancio, sembrano certi anche per il 2020, sono  quattro e portano l’eredità dell’anno precedente.

 

Lavori edili in casa

 

E’ una agevolazione fiscale sulle opere edili, che consente detrazioni sull’Irpef in misura pari al 50% per un massimale di 96.000 euro. E’ riferito alle spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019, per ora, ma in un comunicato della Confedilizia è confermata la proroga sino a dicembre 2020.

 

Rientrano gli interventi effettuati per recuperare il patrimonio edilizio, come le manutenzioni straordinarie, quelle ordinarie su parti comuni condominiali di edifici residenziali, i restauri e risanamenti conservativi e le ristrutturazioni edilizie elencate alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia).

 

Coibentazioni, pavimenti, infissi e pannelli solari.

 

E’ il vantaggio con la quota più alta, quella che aiuta maggiormente l’ecosistema, e per questo è elevato al 65%.

 

Oggi che l’efficienza energetica assume una centralità notevole, è premiata la riqualificazione per favorire soluzioni ecologiche e sostenibili.

 

«Grazie alle detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabili negli edifici esistenti dal 2007 a oggi si registrano oltre 39 miliardi di euro – di cui 3,3 solo nel 2018 – di investimenti per interventi di riqualificazione energetica, con un risparmio cumulato di circa 100 milioni di Megawattora (MWh)» ha spiegato Patuanelli.

 

E’ concesso a chi aumenta il livello di efficienza energetica di edifici esistenti, ed è riconosciuto per:

  •  interventi che riducono il fabbisogno energetico sul riscaldamento
  •  il miglioramento termico dell’involucro, con coibentazioni, la sostituzione di infissi e pavimentazioni ad alte prestazioni
  •  l’installazione di pannelli solari, che recuperando il calore diurno, riscaldano l’acqua domestica
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali

 

Elettrodomestici e arredi

 

Se si acquistano mobili  e grandi elettrodomestici di classe pari o superiore alla A+ ( A per i forni), e sono in corso opere di ristrutturazione di un immobile, si può detrarre l’IRPEF per un importo massimo di €10.000. Importo totale, comprese le spese di montaggio e trasporto.

 

Sistemazione verde e delle aree estere.

 


Meno comune, interessa la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, di appartamenti, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e, per i più fortunati, la realizzazione di pozzi. Oppure ancora per le coperture a verde ed i giardini pensili, molto di aiuto per l’ecosistema.

 

Per questi interventi la detrazione Irpef scende al 36%, e va calcolata su un tetto massimo di 5.000 euro per unità immobiliare. La cosa bella è che sono conteggiabili anche le spese di progettazione legate all’intervento, motivo in più per aggiungere del verde alle nostre case!

 

 

Ma chi potrà usufruire di questi bonus, proprietari, affittuari e familiari?

Tutti i contribuenti residenti e non, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono o che siano in possesso di titoli reali o personali di godimento dell’immobile oggetto di intervento e che ne sostengono le relative spese.

 

Non resta che rimboccarsi le maniche, ed iniziare i lavori!

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

error: Content is protected !!

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi