Svegliarsi con Warhol. Art boutique hotel

 In Arte, Home Tour, Interior, Top 10

 

Non riesci a percorrere la hall dell’albergo senza rimanere incollata al quadro perfettamente installato al di sopra di quella magnifica poltrona che ha segnato la storia del design? Come ti sentiresti, allora, se ti dicessi che puoi svegliarti di fronte ad un Andy Warhol, coricarti su un’originale chaise-longue LC4 o sorseggiare un tè caldo di fronte ad un Picasso?

 

Sempre più alberghi di alto livello stanno raccogliendo e mostrando opere d’arte, ma sono rari quelli in cui l’effetto mozzafiato è altissimo.

Adesso siediti, ed inizia a scoprire alcune perle dell’hotellerie che integrano l’arte all’interno delle loro strutture.

 

1 Roma Cavalieri, a Walford Astoria resort

 

A Roma, sul Monte Mario, si respira profumo di Arte.  Arredi, tessuti e decori ti riportano ad un’atmosfera classica, che fa da cornice ad opere d’arte di genere e stile differente.

 

 

Non teme la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, ma neppure il Complesso del Vittoriano che sino a maggio ha ospitato il maestro della pop-art, poiché nella Penthouse Suite potrai svegliarti e godere della vista di quattro Dollar Sign di Andy Warhol

 

Marmi, arazzi ed opere di antiquariato si accompagnano ad opere settecentesche che vantano nomi come Tiepolo.

La Lobby

 

2 Capri Palace Anacapri

 

Come ti immagini il paradiso? Forse bianco, su un orizzonte turchino, circondato da verde, dipinti e sculture marmoree? Allora eccolo! Non serve andare all’estero per godere di un art-hotel-boutique: qui la storia incontra l’arte. Contemporanea, soprattutto.

 

In un contesto classico, tra l’ eleganza delle linee sinuose ed un panorama mediterraneo si disegnano stanze pulite, dai toni chiari, progettate per la pace dei sensi.

 

 

 

Non esiste un luogo specifico in cui l’arte è esposta: dall’ingresso, ai camminamenti, alle suite o le Spa, si esibiscono quadri e sculture. E’ una gara tra Giorgio De Chirico, Mario Schifano, Mimmo Paladino, Allen Jones, Fabrizio Plessi, ma anche tra complementi d’arredo e decoratori (si trovano mosaici di Velasco Vitali).

Riva dei Mari, realizzato da Arnaldo Pomodoro per la parete d’ingresso dell’hotel

 

La meraviglia di questo luogo non sta solo nell’arte: gli arredi sono finemente inseriti senza disturbare il contesto naturalistico. Colori chiari, azzurri annegano in cornici verdi.

 

3 Gramercy park hotel, New York

Quando ho scoperto questo albergo ne sono rimasta estasiata.

Rappresenta la bellezza della Boemia in chiave contemporanea: ben lontani dalle tinte neutro che si trovano nella maggior parte degli hotel di lusso, espone una incredibile collezione d’arte, con opere di Andy Warhol, Damien Hirst e George Condo.

 

 

 

Ogni superficie, non solo verticale, è una delizia per gli occhi: una stanza illuminata da 4.400 lampadine delinea una vera installazione artistica, che vi lascerà sorpresi. Il dramma dell’opera d’arte luminosa della drawing room, concepito da Julian Schnabel e creato dagli artisti Annika Newell e Tom Schultz, è una tappa imperdibile situata all’ultimo piano dell’hotel.

 

Picasso ed Andy Warhol

 

Cy Twombly

 

4 Rosewood, Londra

 

Se ti vuoi sentire come un re d’Inghilterra, non dovrei fare altro che immergerti negli eleganti interni che riflettono la cultura e lo stile britannico di questo albergo.

Eduardo Hoffman, Simon Bingle e Peter Osborne sono alcuni degli artisti che riconoscerai percorrendo alcuni vani interni. L’hotel è partner del Frieze London, l’evento d’arte contemporanea che comprende 160 tra le gallerie più prestigiose al mondo.

 

 

Non sono solo i quadri i pezzi forti della struttura. Damien Hirst, Mark Rothko o Banksy diventano commestibili ed in formato pasticceria anche realtà, grazie allo chef Mark Perkins.

 

Una torta ispirata all’opera dell’artista giapponese Yayoi Kusama

 

 

5 Ritz-Carlton Millenia Singapore

 

Se ti stai chiedendo se sia un albergo oppure una galleria, beh non sei l’unico.

Con 4.200 opere esposte per un valore che si aggira attorno ai 5 milioni di dollari non ci sono dubbi che si stia parlando anche di museo. All’ingresso una gigante Cornucopia di Frank Stella sarà pronta a darti il benvenuto. Quando si dice ‘l’arte dell’accoglienza’!

Dale Chihuly, Malcom Morely, Rainer Gross ed Andy Warhol sono alcuni degli artisti facilmente avvistabili nei meandri della struttura.

Una vera e propria chicca. All’interno della drawing room, per esempio, è infatti possibile dipingere lo skyline della città grazie ad un cavalletto messo a disposizione per gli ospiti.

 

 

Ma non solo, nel 2015 è stata creata una vera e propria esibizione artistica: Ernest Zacharevic ha dipinto infatti, in tre ore, una tela intitolata La Curiosità, dando spettacolo in vetrina, con un magnifico capolavoro in stile Mondrian.

 

 

E se l’arte ancora non ti basta, eccoti le canvas view: delle vere e proprie cornici capaci di rendere il panorama una vera opera d’arte.

 

 

 

 

 

6 21C Museum Hotel, Durham

Sede di Durham

 

Definitela come volete, io credo che oltre alla passione per quadri e sculture dei proprietari-collezionisti d’arte Laura Lee Brown e Steve Wilson, ci sia una strategia di marketing molto avanzata, e questo è geniale!

21c è una vera e propria istituzione incentrata su spazi espositivi, gratuiti per il pubblico, collegati ad hotel-boutique sparsi in gran parte del mondo: Nashville Tennessee, Kansas City, Missouri, Ohio, Arkansas, North Carolina, Oklahoma, Kentucky.

Sede di Durham

Sede di Durham

Louisville

Nashville

 

7 Joule hotel di Dallas

 

Chihuly, David Hockney e Andy Warhol.

 

Altra collezione privata trasformata in struttura alberghiera esclusiva, proprietà del magnate del petrolio Tim Headington.  Espone mosaici recuperati da molte città ed ospita pezzi firmati da artisti tra cui Andy Warhol, Richard Phillips, Tony Cragg, Adam Fuss e Tomory Dodge.

 

Outspand, Tony Cragg & Engine, Roger Hiorns

 

Bulbo oculare di Tony Tasset

Saint Clair Cemin e Nicolas Deshayes

 

Questi non sono che un accenno, il Singapore ospira il The St. Regis, New York il The Peninsula e la Svizzera il Donder Grand Hotel.

 

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

error: Content is protected !!

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi