Microcemento per interni. Dall’effetto marmo al cemento industriale

 In Interior, Top 10

Scegliere le finiture più giuste per la casa sarà una delle scelte più costose che dovrai affrontare per la ristrutturazione della tua casa. Occorre pensare alla manutenzione, all’utilizzo che ne fai, a chi vive la casa e calpesta il pavimento, alla durata, ma anche all’estetica, alle sensazione ed al modo in cui si coordinerà con il resto.


Dal bagno al soggiorno o alla cucina, ti mostrerò come potrai usarlo. Trovo che sia un materiale molto versatile, e presto ti spiegerò perché.

 

 

Di recente ho avuto modo di testarlo in prima persona, proponendolo ad una famiglia con esigenze estetiche minimali che si sono tradotte in funzionalità e praticità. Se vuoi vederne il risultato finale puoi sbirciare il bagno del progetto d’interni residenzialeLineaa Genova.

 

 

VANTAGGI

Cosa raffigura il microcemento un prodotto preferito, per esempio, rispetto alla resina?

 

 

• La versatilità innanzitutto, che lo rende una grande opzione per tutti i progetti. Mi è capitato di utilizzarlo sopra le piastrelle del bagno e senza dover demolire o sporcare. Si rirparmia tempo e si aggiungono solamente 5 o 6 millimetri, in più in modo da non dover ridimensionare o spostare porte o finestre.

E’ infatti un materiale riempitivo, che permette di chiudere fessurazioni e livellare anche  superfici non lisce.

 

 

 

• L’origine, rigorosamente naturale! A base cementizia, al contrario della resina

• La resistenza

al caldo ed al freddo, che lo rende adatto per pavimenti (anche radianti), oltreché per pareti.

agli agenti  chimici come l’anticalcare

alle sollecitazioni medie

all’acqua ed al calcare

allo sporco. I suoi pori vengono sigillati dalla vernice finale, e non permettono quindi allo sporco di annidarsi, facendolo scivolare via sulla sua superficie senza fughe ed interruzioni!

alle variazioni di colore, grazie ad una verniciatura finale simile al ‘top coat’ che tutti conoscete, non cambia nel tempo e con la luce, al contrario della resina.

 

 

COLORI E FINITURE

 

E adesso siediti, il meglio deve ancora venire. Perché quando si parla di effetto finale c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Non solo per i colori, che sono tanti, ma anche per gli effetti che rendono  questo materiale intercambiabile: lucidi, acidificati, marmorizzati e nuvolati sono la vera chicca in fatto di eleganza!

Tutti finiture che richiedono una manodopera davvero di alto livello! I passaggi necessari per una posa a regola d’arte sono notevoli, e richiedono tempi di attesa molto lunghi tra una fase e l’altra. Inoltre la forza che si imprime per la stesura del materiale ne definisce l’effetto finale, il colore e la grana.

 

COSTI

Il prezzo varia molto in funzione della qualità del prodotto, a partire da una buona base del sottofondo, del primer e del microtopping, ma soprattutto da una manualità artigiana raffinata. E’ quindi difficile identificarne un prezzo, ma si può dire che si aggira attorno ai 90-130 euro per metro quadro.

In conclusione posso dire che anche se il costo non è dei più bassi, viste le sue caratteristiche per me è promosso a pieni voti!

 

 

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

error: Content is protected !!

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi